Questa domanda è senza dubbio una delle più discusse nei forum dedicati alla grafica 3D e nei gruppi Facebook. Soprattutto se vi state avvicinando a questo mondo per diventare dei professionisti e volete iniziare con il piede giusto, dovrete scegliere se iniziare con un motore di render piuttosto che un altro, e i due motori più popolari del momento sono proprio V-Ray e Corona. In questo post troverete la mia risposta alla famosa domanda: meglio V-Ray o Corona?



Le iscrizioni al Master Advanced Archviz 2019 (Master in CINEMA 4D + V-RAYforC4D in architettura e design - settima edizione) sono aperte! Il corso più completo, impegnativo e altamente qualificante del nostro circuito, che parte dalle basi e mira a formare professionisti della Computer Grafica 3D dedicata all’architettura, si svolgerà anche quest'anno a ROMA, nella splendida cornice della Garbatella.

Un'avventura lunga 10 settimane, dal 30 settembre al 13 dicembre, con incontri trisettimanali (lunedì, martedì e mercoledì) e orari 9,00-19,30. Nel programma sono inclusi: modellazione (base e avanzata con Cinema 4D e Marvelous Designer), rendering (base e avanzato con V-Ray), post-produzione dell’immagine (con Photoshop e AfterEffects), animazione (con Cinema 4D e AfterEffects), montaggio e post-produzione video (con AfterEffects), approfondimenti di interior design, styling, composizione dell'immagine, fotografia, teoria del colore, storytelling, e molto altro.

Novità di quest'anno: nuovi approfondimenti di interior design curati da Sabrina Coletta (stylist e interior designer) e più spazio alle tecniche di post-produzione con il contributo di Giovanni Savelli (fotografo, CGI Retoucher e insegnante di Photoshop). Come ogni anno, l'autore del progetto migliore vince una collaborazione retribuita di un anno con il nostro team di lavoro.



Da oggi sono aperte le iscrizioni al nostro primo corso di CINEMA 4D + CORONA RENDERER! Il corso si svolgerà a MILANO dal 24 al 29 giugno 2019, presso Impact HUB Milano in via Aosta.

Continua a leggere e scopri di più su questo workshop!

Se desideri partecipare a questo workshop può interessarti sapere che è in arrivo una nuova edizione! Per tutte le info sul workshop continua a leggere questa pagina oppure visita il sito web: https://www.corona-workshop.com




Vi è mai capitato di rimanere a bocca aperta davanti ad un render che raffigura un oggetto metallico con i bordi danneggiati o un legno usurato negli spigoli? A me sì, specialmente se penso che si tratta di computer grafica 3D, la riproduzione virtuale di un effetto reale.

Quando ho visto per la prima volta questi effetti ho pensato che per ottenerli fosse necessario stendere i poligoni dell’oggetto 3D con gli strumenti per l’unwrap di Cinema 4D, creare una mappatura UVW delle erosioni, per poi inserirla in un materiale che simulasse allo stesso tempo i due materiali, quello principale e quello visibile negli spigoli... insomma una roba non proprio semplicissima.


Con lo shader Curvature potete posizionare un materiale solo sugli spigoli di un oggetto e ottenere effetti come questi.

E invece questo effetto è relativamente semplice da ottenere, incrociando una funzione non troppo conosciuta di Cinema 4D che si chiama Mixa Texture e uno shader speciale di V-Ray chiamato “Curvature”.



Questo tutorial ha l’obiettivo di dimostrarvi che utilizzare V-Ray per Cinema 4D è più semplice di quanto si possa pensare. Già, perché se Cinema 4D è conosciuto come uno dei software più intuitivi e amichevoli al mondo, per la sua interfaccia semplice e la facilità d’uso, V-Ray al contrario non è famoso per essere semplice da usare, ma vi assicuro che si è guadagnato questa fama ingiustamente.

Colpa forse dello spessore dei libri che gli sono stati dedicati, della quantità di capitoli del manuale utente o della enorme quantità di informazioni e di tutorial spesso contraddittori presenti in forma gratuita su internet. Fatto sta che rimane il motore di render più usato nel mondo dell'architettura, e se lo è ci sarà un motivo!

Per imparare a sfruttarlo al massimo delle sue possibilità è necessario un po’ di allenamento, ma per capirne il funzionamento e padroneggiarlo basta comprendere il significato dei 3 componenti principali del motore (Antialiasing, Color Mapping e GI) e portare a termine qualche esercizio pratico.


Come molti di voi sapranno già, dal 1° novembre 2018 lo sviluppo di V-RAYforC4D è passato in mano a Chaos Group. Cosa significa? In parole povere è come se una società molto grande avesse acquisito il lavoro svolto finora da uno sviluppatore indipendente per portarlo avanti con più energia. In teoria potrebbe essere una cosa molto positiva ma è ancora presto per affermarlo.

Sul breve comunicato con cui è stata resa pubblica la notizia, Chaos Group promette update più frequenti e un supporto agli utenti più efficiente. Sul piano pratico, sono state subito introdotte due novità di cui si sentiva molto la mancanza: la versione di prova gratuita di 30 giorni e un sistema di installazione del software un po’ più semplice del precedente.

In questo tutorial (diviso in due parti) vi guiderò passo dopo passo all’installazione di V-RAYforC4D 3.7 e vi illustrerò con sintesi come accendere il motore e produrre i primi render, descrivendovi con chiarezza il significato dei settaggi principali, quelli che serve conoscere per partire con il piede giusto e ottenere buoni risultati fin da subito.


In questo breve tutorial vi mostrerò i passaggi da seguire per ottenere pavimenti in legno dal look realistico con Cinema 4D e V-Ray. Completandolo avrete l’occasione di comprendere meglio come funziona la riflessione nel mondo reale, capire cos’è il Glossiness e come impostarlo al meglio in queste situazioni, scoprire cos’è il Fresnel IOR e come funziona, e tante altre piccole nozioni che potrebbero esservi utili nella pratica di tutti i giorni. Buona lettura!
Master in Cinema 4D e V-Ray a Roma

Le iscrizioni al Master Advanced Archviz 2018 (Master in Cinema 4D + V-RAYforC4D in architettura e design - sesta edizione) sono aperte!

Il corso più completo, impegnativo e altamente qualificante del nostro circuito, che parte dalle basi e mira a formare professionisti della CG3D dedicata all’architettura, quest'anno si svolgerà a ROMA con un workshop finale di 4 settimane anziché 3 delle edizioni precedenti.

Un'avventura lunga 10 settimane, dal 1° ottobre al 14 dicembre, con incontri trisettimanali (lunedì, martedì e mercoledì) e orari 9,00-19,30. Nel programma sono inclusi: modellazione (base e avanzata con Cinema 4D e Marvelous Designer), rendering (base e avanzato con V-Ray), post-produzione dell’immagine (con Photoshop e AfterEffects), animazione (con Cinema 4D e AfterEffects), montaggio e post produzione-video (con AfterEffects).

L'autore del progetto migliore si aggiudica una collaborazione retribuita di un anno con il nostro team di lavoro.



In questo semplice setup per immagini da studio fotografico costruito con Corona Renderer 1.7 per Cinema 4D trovate 9 materiali, 4 texture, 3 luci area modificabili, render settings di Corona e impostazioni del VFB.


Ieri ho pubblicato sul mio profilo Instagram un "timelapse" che illustrava la creazione di una libreria parametrica con l'uso di un unico libro e 20 copertine differenti sotto forma di texture, il tutto ovviamente con Cinema 4D e l'aiuto di MoGraph. Date le tante e inaspettate visualizzazioni totalizzate ho pensato che potesse interessarvi capire il procedimento in modo un po' più esaustivo.
Master Advanced Archviz 2017

Da pochi giorni sono aperte le iscrizioni alla quinta edizione del Master Advanced Archviz, il Master in Visualizzazione e Animazione 3D in Architettura e Design con Cinema 4D e V-Ray diretto da Angelo Ferretti, che anche quest'anno si svolgerà a MILANO, dal 2 ottobre al 14 dicembre 2017.

La formula collaudata rimane la stessa: 10 settimane di formazione con 3 incontri a settimana (ogni lunedì, martedì e mercoledì), con orari 9.30-19.30 per un totale di 300 ore di formazione tra lezioni frontali, sessioni di esercitazione pratica, contributi esterni di esperti del settore e un workshop finale durante il quale i Corsisti (con il supporto dei docenti) hanno l’opportunità di mettersi alla prova con un vero progetto di comunicazione 3D e di ricevere giudizi e suggerimenti di persona da artisti 3D di calibro internazionale.
V-RayforC4D 3.4

È passato ormai un po’ di tempo dall’uscita del nuovissimo V-RAYforC4D 3.4, e se siete ancora preda dell’imbarazzo o della diffidenza iniziale che precede tipicamente il test di un nuovo strumento di lavoro è arrivata l’ora di liberarsene e mettersi al volante di questo nuovo motore per giudicarne personalmente le prestazioni e valutarne i risultati.

L’obiettivo di questo articolo sarà segnalarvi le novità più interessanti e utili per chi lavora nel settore architettura e design, e offrire agli utenti di V-RAYforC4D 1.9 tutte le info utili per un passaggio indolore dalla vecchia alla nuova versione, specialmente su come usare V-RAYforC4D 3.4 per renderizzare progetti sviluppati con V-RAYforC4D 1.9.